23 giugno: la notte magica sotto il noce delle streghe

21/06/2021
NOCE COMUNE
Juglans regia
Juglandaceae
La notte di San Giovanni, migliaia di streghe sfrecciano nei cieli per recarsi al sabba annuale che un tempo si teneva sotto il Gran Noce di Benevento.
Luogo d'elezione di sortilegi e riti pagani da tempo immemorabile.

Il noce in ogni luogo della penisola è sempre stato considerato luogo di convegni per pratiche magiche, per la preparazione di filtri, la formulazione di fatture e lanci di malefici, ma quello di Benevento era deputato al convegno annuale delle streghe cui partecipavano i demoni nonché lo stesso Principe delle Tenebre lanciandosi in danze sfrenate fino all'alba.

La pianta infernale fu abbattuta e sradicata per ordine del Vescovo Barbato nel VII secolo per far cessare i riti pagani diffondendo la voce che era riuscito a cacciare il diavolo dall'albero; dalle radici rispuntò e così ripresero gli incontri satanici fino al XVII secolo quando l'albero scomparve definitivamente.

Perché proprio a Benevento?
L'albero si trovava vicino al fiume Sabatus, l'attuale Sabato, per cui facilmente si accostò il nome al sabba delle streghe, trattandosi già di un luogo dove avvenivano riti pagani che la Chiesa aveva desiderio di estirpare; inoltre, tutto ciò che si trova vicino al noce muore, altro aspetto funesto, dovuto però alla presenza della juglandina, una sostanza tossica che avvelena le altre piante e che faceva credere che dormire sotto la sua chioma fosse molto pericoloso per la salute o che addirittura il demonio potesse entrare nel mal capitato.

Il noce tuttavia non richiama solo aspetti negativi: la noce è considerata un portafortuna, un talismano contro il malocchio e, messo di nascosto nelle tasche delle streghe, ne annienta i poteri. La noce tiene lontani anche i fulmini poiché pianta cara a Giove: un tempo si chiamava nux juglans: “ghianda di Giove”.

Infine, la notte di San Giovanni, le donne raccoglievano le noci per preparare il famoso liquore: il “nocino”, mettendo a macerare con cura i malli.
Il giardino mediterraneo e i suoi aromi
Di seguito una pillola dell'intervento tenuto...
continua
CARRUBO, albero antico e prezioso per i nostri giardini e la nostra salute!
CARRUBO Ceratonia siliqua Fabaceae Meraviglioso...
continua
GIUGGIOLO, riscopriamo i frutti antichi per un giardino sostenibile!
GIUGGIOLO Zizyphus jujuba  Famiglia...
continua
P. IVA 02531330468 C.F. LMBLCA77A71L833A
Pec info@pec.versiliagarden.com   |   Privacy - Cookie - Links